logo pescare al mare
Pescare al Mare il Dentice

Il dentice ha un corpo robusto di forma ovale, appena compresso; la testa è massiccia con un muso allungato; ha denti conici e uncinati, da cui deriva il nome. Ha un'unica lunga spina dorsale composta in buona parte da raggi spinosi; anche la pinna anale presenta raggi spinosi. Il dorso è di un colore grigio-azzurro, il ventre e i fianchi sono argentei. Il pesce arriva a una lunghezza massima di un metro e a un peso di una dozzina di chili.

Dentice dove vive dove pescarlo

I dentici vivono nelle acque costiere dove sono presenti fondali rocciosi con profondità dai 15 ai 50 metri. Gli esemplari giovani vivono volentieri in gruppi e si trovano anche in fondali sabbiosi e fangosi vicino alle coste, mentre gli esemplari adulti vivono più isolati e specialmente nella stagione fredda cercano fondali più profondi, anche a profondità di 200 metri. Il pesce dentice si riproduce da aprile a giugno.

dentice

Come pescare i Dentici - tecnica di pesca

La pesca del dentice è indicata nei mesi estivi e autunnali nelle ore che precedono l'alba. La tecnica migliore è la traina profonda. E' uno dei pesci di mare più combattivi, perciò bisogna usare un'attrezzatura robusta con lenze di diametro almeno di 0,40. La barca dovrebbe viaggiare sempre a una velocità inferiore ai due nodi. Il dentice si può pescare anche con il bolentino.

Tipi di esca per il dentice

L'esca per il dentice varia a seconda della stagione: durante la riproduzione va bene l'esca artificiale, nella stagione fredda che va da novembre a gennaio preferisce di gran lunga l’esca viva tipo il calamaro, la seppia, la boga e l'aguglia; come esche sono meglio quelle vive ma si può usare anche quelle morte.

 

Pesca al Mare 2007-2015